10 Tappe che non puoi assolutamente perderti

Il Salento, punta della penisola pugliese offre spiagge meravigliose e città ricche di storia e arte. Approdato in questo luogo magico vorrai vivere tutte le sue meraviglie.
Con questo articolo vogliamo proporti 10 imperdibili tappe da visitare, da Lecce a Santa Maria di Leuca per assaporare a pieno questa meravigliosa terra, il Salento.

 

Lecce e l’Anfiteatro Romano

Il viaggio parte da Lecce, città più importante del Salento. Definita la “Signora del Barocco”, è caratterizzata da numerose viuzze che si ramificano nel centro storico, facciate di edifici e chiese tutti costruiti usando la pietra locale. Dopo una camminata nel centro della città, passando per Piazza del Duomo, Piazza Sant’Oronzo e scoprendo palazzi dal tratto barocco, soffermiamoci per qualche istante sull’Anfiteatro romano.
È la più importante testimonianza di epoca romana sul territorio, assolutamente da visitare.
La parte che si vede oggi purtroppo è solo un terzo di quella originale, devastata in seguito a terremoti.

Anfiteatro romano, Lecce

 

Grotta della Poesia

La Grotta della Poesia a Melendugno è uno spettacolo che lascia davvero senza fiato. Mare cristallino racchiuso in questa sorta di conca, attira numerosi turisti amanti dei tuffi. Questo luogo incontaminato racchiude una affascinante leggenda. Si narra che una principessa amasse fare il bagno in queste acque. La sua bellezza era talmente folgorante che ben presto la notizia si diffuse per tutto il territorio così da attirare poeti che si ritrovarono in questo magico luogo per comporre poesie ispirandosi alla bellezza della principessa. Da qui il nome Grotta della Poesia. 

Grotta della Poesia, Melendugno

Otranto e la Cava di Bauxite

Territorio più orientale d’Italia, Otranto viene chiamata anche “Porta d’Oriente”. Grazie alla sua posizione, gli abitanti della città “vedono iniziare il giorno prima che nel resto dell’Italia”. Racchiuso dalle mura aragonesi, Otranto custodisce il fascino delle case bianche e viuzze in pietra viva che portano al Castello. Numerose sono le attrazioni da non perdere ad Otranto. Oltre al Castello, meritano una visita anche la Cattedrale, la Baia dei Turchi dalle acque limpidissime, Porto Badisco ritenuta una delle spiagge più belle dell’intera Puglia ma secondo noi, assolutamente da non perdere è la Cava di Bauxite

Raggiungibile attraverso un percorso in bicicletta che potrai tranquillamente noleggiare nel centro città, sarai immerso in un paesaggio naturalistico unico. Ti consigliamo di intraprendere il sentiero che da Otranto porta alla Torre del Serpe. Accessibile a tutti e non troppo impegnativo è caratterizzato da fondi e sterrati per rendere più avvincente questa esperienza. Raggiunta la leggendaria Torre del Serpe, posa per qualche istante la tua bicicletta e goditi il favoloso panorama. Lasciati cullare dal suono del mare e della natura prima di scendere a picco fino al laghetto superando le rosse dune di bauxite

Il colore verde smeraldo dell’acqua crea un contrasto a dir poco stupefacente con le pareti dal colore rossiccio e il mare blu sullo sfondo. Se vuoi approfondire l’argomento ti consiglio di leggere l’articolo dedicato esclusivamente alla Cava di Bauxite.

Laghetto di Bauxite, Otranto

Grotta Zinzulusa

Poco distante da Otranto, nel cuore di Castro, si apre una spettacolare grotta, la Grotta di Zinzulusa. È uno dei maggiori fenomeni carsici del SalentoSoprannominata così per via di una leggendaria fantasia popolare che vede nelle numerose stalattiti e stalagmiti presenti all’interno della grotta, gli stracci di un abito vecchio. “Zinzuli” appunto, per il modo di parlare caratteristico salentinoAll’interno racchiude un vero paradiso caratterizzato da laghetti dal colore verde-azzurro intenso. Lunga ben 160 metri, è costituita da tre parti, ognuna con delle caratteristiche diverse che non potrai assolutamente perderti! 

Faro di Punta Palascia

Il faro di Punta Palascia, nel territorio di Otranto, è il faro situato nel punto più orientale d’ItaliaRistrutturato da poco dalla Commissione Europea, accanto a questo luogo è stato costruito un Museo Multimediale del mare che consente ai numerosi turisti attratti dal faro, di conoscere e scoprire la flora e la fauna del luogo. Dal faro si gode di una vista mozzafiato. Situato nella parte più orientale d’Italia, la tradizione vuole che ci si incontri sotto al faro, nella notte di San Silvestro, per attendere per primi l’alba italiana del nuovo anno. 

Ma il faro è anche una meta ambitissima dagli amanti del trekking e delle passeggiate circondati dalla natura. Per raggiungere il faro infatti, bisogna attraversare le scogliere a picco sul mare, ti lasceranno davvero senza fiato! Il sentiero è uno dei più suggestivi del Salento. Chiamato Sentiero di Capo d’Otranto, parte dalla città di Otranto e arriva a toccare sentieri costieri panoramici davvero mozzafiato.

Ti consigliamo di intraprendere questo percorso in quanto tocca i luoghi più caratteristici di questa zona. Prima di arrivare al faro, avrai la possibilità di ammirare la Cava di Bauxite, Baia delle Orte e il Parco Naturale Otranto-Leuca in cui ammirare numerose grotte che troverai sul cammino. Insomma, un percorso di trekking di mezza giornata a 360°

Faro di Punta Palascia, Otranto

Il Ciolo, un ponte sospeso sul mare

Situato a pochi chilometri da Santa Maria di Leuca, il Ciolo attira ogni anno numerosi turisti. Il nome è dovuto al termine dialettale “Ciola”, che significa gazza ladra, per la presenza di numerosi nidi di uccelli proprio lungo la scogliera. Il ponte che caratterizza questo tratto di costa è situato a circa 40 metri di altezza e unisce i due lembi di roccia. Da quell’altezza si potranno ammirare i colori meravigliosi delle acque sottostanti. 

Consigliamo assolutamente una visita a tutti gli appassionati di sport acquatici in quanto, l’ideale, sarebbe arrivare dal mare attraverso un tour in barca o in kayak in cui avrai la possibilità di fare snorkeling e godere a pieno della maestosità di questo ponte. Per i più temerari poi, ci sarà anche la possibilità di tuffarsi! 

Salento Kayak

Gallipoli e il mercato del pesce

Gallipoli è famosa non solo per le spiagge e per il mare ma soprattutto per il mercato del pesce nei vicoli del borgo. È diventato uno dei più caratteristici e apprezzato di tutto il Salento. Attira numerosi turisti grazie alla vivacità dei pescatori e dagli splendidi colori che fanno da cornice a tutto questo. Situato alle porte del borgo vecchio di Gallipoli, durante le ore del tramonto, avrai la possibilità di gustarti un aperitivo di pesce fresco accompagnato da un panorama mozzafiato.

Mercato del pesce, Gallipoli

Porto Selvaggio

Definita “l’oasi più bella del Salento”, Porto Selvaggio si trova nel comune di Nardò in provincia di Lecce. Circa 1.000 ettari di parco, è un’area protetta dalla regione Puglia. Luogo incontaminato in cui potrai ammirare la bellezza della natura a 360°. 

Per poter vedere e attraversare tutto il parco, ti consigliamo di intraprendere un percorso in bicicletta di circa 4 ore. Parte da Gallipoli e costeggia tutto lo Ionio. Se non possiedi una tua bicicletta la potrai tranquillamente noleggiare sul posto. Una volta arrivato al Parco, ti aspettano sentieri sterrati fatti di saliscendi che si aprono su scorci mozzafiato. Un vero paradiso per gli amanti dello sport!Tra una pedalata e l’altra potrai poi fermarti nelle diverse calette per goderti un bagno nelle acque cristalline del parco. 

Baia di Porto Selvaggio, Nardò

Baia di Uluzzo

Proseguendo all’interno del Parco di Porto Selvaggio, troviamo la Baia di Uluzzo. Molto meno accessibile della precedente. Caratterizzata da sentieri con un’importante pendenza e da una fitta vegetazione. È il luogo ideale per gli amanti del trekkingPotrai fare trekking circondato da un mare cristallino immerso nei profumi inebrianti delle erbe locali. Lungo il Sentiero dei Neanderthals, chiamato così in quanto l’area rappresenta uno dei siti archeologici più importanti d’Europa, potrai visitare numerose grotte, quali: Grotta del Cavallo, Grotta di Carlo Cosma e Grotta dell’Uluzzo

Torre Uluzzo, Nardò

Spiaggia Punta della Suina

Il Salento viene definito come “le Maldive d’Italia” grazie alle sue spiagge bianche e acque cristalline. Conoscerai sicuramente la spiaggia di Pescoluse insieme a quella di Punta Prosciutto. Caratterizzate dalla loro sabbia bianchissima e dai fondali bassi, le rendono i luoghi più visitati e più affollati.

Noi vogliamo proporti una spiaggia altrettanto paradisiaca. Fondali cristallini, sabbia bianca ma soprattutto lontana dal classico turismo di massa. Qui potrai davvero rilassarti e goderti a pieno la natura circostante. Spiaggia Punta della Suina, a pochi chilometri da Gallipoli, è prevalentemente sabbiosa con qualche zona rocciosa qua e là perfetta per divertenti tuffi in mare. 

Spiaggia Punta della Suina, Gallipoli

L’esperienza selezionata per te

Salento Multisport Experience

Il Salento è una terra meravigliosa che offre innumerevoli esperienze. Immersioni, trekking costiero, arrampicate e tanto altro. Immergiti in un tour multiactivity di una settimana alla costante ricerca di avventure!

Un viaggio che ti permetterà di conoscere il Salento a 360° fra tradizioni, cibo e tante attività entusiasmanti!