diagramma dei problemi che le solette per scarpe noene vanno a risolvere

Prestazioni o Comfort nel running? Scopri come poter avere tutto

by

Noi di Sharewood abbiamo una mission: portare alla nostra community notizie sempre nuove ed imperdibili sul mondo dello sport outdoor. Abbiamo deciso quindi di occuparci nuovamente (dopo le vostre numerose mail di richieste di approfondimento!) di un argomento spinoso per tutti i runner: le solette ergonomiche.

Abbiamo deciso quindi di testare le solette Noene Universal – NO2, 2mm di spessore un micro peso di 25 grammi ed una capacità unica di proteggere dagli stress articolari.

Per testarle al meglio ho deciso di percorrere un percorso ad anello che mi ha portato da Pasturo (LC), attraverso Pialeral, fino in cima al Grignone dove è presente il rifugio Brioschi. Per il rientro mi sono diretto verso la Grignetta passando per la Traversata Alta delle Grigne per poi scendere a Ballabio. Nel rientro a Pasturo ho inoltre avuto modo di provare le solette sull’asfalto, in modo da testarle su terreni diversi. La scelta di questo percorso è dettata dalla sua lunghezza, dall’impegno fisico richiesto e dal fatto che lo avevo già fatto precedentemente con le stesse scarpe che ho usato per la prova così da avere un confronto reale, sincero ed affidabile.

Entriamo però ora un po’ più nel dettaglio di quella che è stata un’esperienza e un test durato circa sei ore.

Inizialmente, per prendere familiarità con la soletta, ho iniziato il test su sentieri ben battuti e poco disconnessi. Fin da subito ho notato la comodità della calzata e quanto effettivamente la soletta aiuti ad attutire i colpi. Come detto prima, il test l’ho fatto con scarpe collaudate e il fatto di notare miglioramenti fin da subito mi ha sorpreso molto. Superato “l’imbarazzo” iniziale ho deciso di iniziare a chiedere di più alle solette lasciando il sentiero principale e salendo fino al rifugio Brioschi freeride, cioè non seguendo un sentiero ma una traccia che mi ero studiato precedentemente sulle mappe (questo approccio non è consigliato se non si è escursionisti esperti). Anche in questo caso le solette si sono comportate benissimo dando maggiore stabilità e un maggior comfort nel momento in cui si carica molto sul piede e lo sforzo è maggiore.

Fino ad ora abbiamo parlato di come si è comportata la soletta durante la salita, tuttavia, il momento in cui effettivamente le solette Noene si distinguono e dove si nota di più che in qualsiasi altra situazione la loro qualità è la discesa.

Dopo un tratto semi pianeggiante lungo la cresta delle Grigne ho iniziato la mia discesa verso Ballabio dove non mi sono assolutamente risparmiato, scendendo di corsa fino al paese attraverso tratti erbosi, sterrati, rocciosi e con un sotto bosco fitto di numerose radici.

Posso quindi affermare che l’aiuto delle solette nell’attutire gli urti ed ammortizzare il piede, ti danno una sensazione di massima sicurezza e allo stesso tempo non tolgono comfort alla calzata.

Le solette Noene sono davvero un prodotto di altissima qualità e dalle prestazioni eccellenti. Ho provato diverse solette durante i miei allenamenti ed escursioni in montagna ma a fine giornata accusavo sempre dolori ai piedi e fitte a ginocchia e schiena, questa volta, invece, il fastidio si è ridotto ai minimi termini.

Fare sport è divertente, ma costa fatica, impegno e sudore, ed avere dei validi alleati è fondamentale, per questo la cura nella scelta di attrezzatura sportiva ed accessori deve essere massima. Noi qui a Sharewood valutiamo con la massima attenzione ogni dettaglio, e possiamo dire con sicurezza che l’uso delle solette è uno di quei dettagli che un runner non dovrebbe mai sottovalutare.

 

 

Potrebbe interessarti anche

Leave a Reply

Mostra i Bottoni
Nascondi i Bottoni