L’ascolto è inerme senza pensiero
Helmut Lachenmann

Cosa accomuna un tour operator di viaggi outdoor e un festival musicale?
Beh, molto di più di quello che immaginate.

Oggi vi parleremo della sinergia tra Sharewood ed EstOvest Festival, uno degli appuntamenti più importanti per la musica classica contemporanea in Italia. L’autunno passato, la rassegna è giunta alla diciannovesima edizione: Biografie è stato il tema della manifestazione in cui musicisti, danzatori, intellettuali e pensatori hanno seguito un fil rouge intenso e significativo. Il palcoscenico si è trasformato in espressione profonda di reciproca condivisione artistica e di rappresentazione della società in cui viviamo.

Insieme a Sharewood, Claudio Pasceri, violoncellista e direttore artistico di EstOvest Festival, suggerirà percorsi ed itinerari artistici in diverse regioni d’Italia. Ciò che ci interessa particolarmente è costruire narrazioni che coniughino una visione sensibile e attenta della natura e del territorio con un approccio all’esperienza musicale sperimentale e innovativo, valorizzando ogni singola tappa del cammino. Il nostro viaggio toccherà molti porti d’arte, passando da realtà consolidate e riconosciute a livello internazionale a situazioni meno note ma altrettanto stimolanti e suggestive.

Gli occhi per ammirare il mondo e l’orecchio per ascoltare i suoni della grande musica

La Musica trasmette emozioni, crea legami, unisce.
Il Viaggio come la Musica costruisce ponti, non innalza muri.

La forza artistica di creazione sta alla base di ogni progetto che sia turistico o musicale. Unire i due mondi è un atto creativo unico, che cerca di creare legami interdisciplinari che si proiettano oltre: il viaggio e la musica sono due componenti fondamentali della vita delle persone, ci portano a sognare e a trovare ispirazione.

Senso della condivisione e professionalità italiane. Consideriamo la musica e il viaggio come due mondi complementari. Se uniti, possono trasmettere i valori in cui crediamo: rispetto per le tradizioni e la cultura locale, valorizzazione del territorio, sostenibilità, divertimento e crescita personale.

Proprio nell’ambito del Progetto Musica abbiamo stretto questa partnership importante. Insieme abbiamo un ambizioso obiettivo: supportare il settore musicale e le realtà locali italiane, rendendo entrambi protagonisti delle proposte di viaggio.

A causa dell’emergenza sanitaria non possiamo ancora vivere i festival come vorremmo ma possiamo trasformarli in un’esperienza di condivisione con i nostri partner: l’idea sarà proprio quella di andare a creare cornici intorno a eventi musicali del panorama italiano e costruire itinerari di narrazioni musicali in viaggio, dei veri e propri “cammini” in musica.