Ciao Viaggiatori,

oggi nel mio articolo vorrei tentare di dare qualche nozione base sull’attrezzatura per il cicloturismo.

Sul perché uno dovrebbe decidere di farsi un viaggio in bici, be’, c’è poco da dire: è un viaggio sostenibile, a contatto con la natura, che offre un punto di vista diverso e fa dimagrire! Ma ovviamente non è per tutti e richiede un bel po’ di organizzazione e la giusta attrezzatura.

  1. Allenamento

Per chi si vuole avvicinare al cicloturismo la prima cosa da sapere è: allenarsi per gradi. Non si può certo pensare di fare un lungo viaggio in bici senza aver fatto il giusto allenamento. Stare in sella per ore non è semplice, bisogna abituare le gambe, il sedere e soprattutto non dimenticarsi mai dello stretching (qui alcuni utili esercizi (http://www.stretching.name/) specifici per ciclisti!)

  1. La bicicletta

Quale sia la giusta bici dipende dal viaggio che si vuole fare.

Per viaggi veloci e brevi, con pochi bagagli serve una bici leggera e performante che permetta di risparmiare energia.

Per viaggi lunghi la cosa più importante è la solidità della bici, perché i bagagli saranno di più e quindi anche il peso da portare.

  1. Il telaio

Il telaio in acciaio è il più diffuso, evitate invece il carbonio, troppo fragile e difficile da riparare, soprattutto in alcuni parti del mondo.

La misura è molto personale ma l’obiettivo è la comodità quindi la misura 14-16 è adatta a chi è più basso di 1.60 m, la misura 16-18 è per chi arriva a 1.70 m, la misura 18-20 per chi arriva al 1.80 m. 

  1. La sella

E’ una cosa molto personale, non scegliete il carbonio, troppo rigido, ma anche un sedile troppo morbido e largo non va bene. Considerate che pedalare tante ore implica sfregamenti, quindi bisogna provare molti sellini e scegliere quello che provoca meno sfregamenti e compressioni, la via di mezzo è sempre la migliore scelta.

  1. Il manubrio

Anche qui, è una scelta molto personale ma, generalmente, un manubrio dritto stile mountain bike regolabile in altezza è una buona scelta.

  1. Le gomme

Durante un viaggio si incontrano diverse condizioni di strada quindi è bene avere una tassellatura non eccessiva con battistrada inferiore ai due pollici, per avere buona tenuta e scorrevolezza.

  1. I pedali

I pedali flat sono quelli da scegliere se non si sono mai usati gli agganci, altrimenti ci sono i pedali a sgancio rapido da mountain bike.

  1. La guarnitura

La tripla con rapporti agili è la scelta migliore in genere, come quella della mountain bike.

Esaurita la parte tecnica veniamo ora alla parte legata al trasporto dell’attrezzatura utile per il viaggio!

  1. Borse o carrello?

Dipende dalle strade e dalle mete! Le borse vanno bene per strade non lineari, come sentieri che hanno buche ecc, i carrelli per strade asfaltate e se si deve portare tanta roba.

Le borse costano meno, potete staccarle e portarvele in camera ma hanno una capienza ridotta e tendono a sbilanciare la bici.  I carrelli possono trasportare più roba e mantengono un migliore bilanciamento ma avrete bisogno di un luogo sicuro dove riporre carrello e bici, costano poi di più e se prendete una buca potrebbero ribaltarsi. Quindi insomma, dipende proprio da quello che dovete fare.

  1. Tende

Quale tipo scegliere dipende, anche qui, dal tipo di viaggio. Per viaggi brevi durante la stagione calda basta una tenda leggera, che però potrebbe non resistere alla pioggia. Altrimenti esistono le tende quattro stagioni, più pesanti da trasportare, ma più resistenti. In ogni caso bisogna guardare la loro impermeabilità, soprattutto del fondo! Buoni compromessi sono impermeabilità del tetto tra 3000 e 4000 mm, mentre del pavimento salire a 6000-10.000.

  1. Sacco a pelo

Indovinate? Dipende dal viaggio! Quelli in piuma sono più leggeri da trasportare ma meno indicati del sintetico per le basse temperature.

Passiamo ora all’abbigliamento!

  1. Coprire le gambe

Usate gli appositi pantaloni da ciclista, riducono lo sfregamento e aiutano la circolazione.

  1. Usare i guanti e le apposite scarpe

I guanti sono fondamentali quando si usa il manubrio per tante ore, idem le scarpe, che devono essere traspiranti e garantire la presa sui pedali. Sul tipo da usare è però difficile consigliare, sono una cosa troppo personale.

iii. Preparare un kit di riparazione 

Inutile dire che bisogna essere in grado di fare da sé qualche piccola riparazione, come sostituire una camera d’aria, riparare la catena ecc. Bisogna quindi avere un piccolo kit di riparazione che deve contenere: mastice, toppe di varie misure, cartavetrata,  leve caccia gomme, una pompa, chiavi a brugola, cacciavite, chiavi inglesi, smagliacatene, chiave tiraggi e pinze, fascette da elettricista, fili d’acciaio, pastiglie dei freni, un paio di raggi. lubrificante e stracci!

  1. Non dimenticate anche un kit di pronto soccorso per voi!

Ecco qui quindi moooolto in sintesi, qualche nozione tecnica per prepararsi ad un viaggio in biciletta!

Beatrice Clerici

www.ilmondosecondogipsy.com