Abbiamo intervistato Alice, una delle partecipanti alla prima edizione dell’Adventure Travel Academy. Questo Master internazionale di specializzazione turistica è volto a formare sul campo i professionisti del futuro.

Alice ci ha raccontato la sua esperienza da studente-viaggiatrice, e ci ha permesso di conoscere dall’interno il progetto dell’Academy.

Ciao Alice, per iniziare vogliamo chiederti: cosa ti ha portato a scegliere l’Adventure Travel Academy?

Amo viaggiare e costruire itinerari. Concluse le scuole superiori ho iniziato ad esplorare il mondo partendo dall’Australia, per poi muovermi in Nuova Zelanda, Grecia e la bellissima Asia, che ho girato per 6 mesi da sola zaino in spalla.

Ho scoperto questo Master a marzo, durante la quarantena, ed ho deciso di darmi una possibilità per capire se potevo trasformare una passione in un lavoro. Ho sfruttato il periodo di fermo per fare formazione, in modo da essere pronta a rispondere positivamente alla ripresa del settore, che sono sicura ripartirà presto.

Adventure Travel Academy

Qual è l’insegnamento che ti porti a casa dopo questa esperienza formativa?

Il Master dell’Academy mi ha permesso di conoscere gli aspetti tecnici del lavoro in questo settore. Questa esperienza mi ha dato delle solide basi teoriche e pratiche, utili per cominciare a navigare nel mondo del turismo, del quale mi affascina particolarmente la professione del travel designer. Il mio percorso di formazione continua, perché non si finisce mai di imparare.

Che area del Portogallo ti è stata assegnata?

Mi è stata assegnata la regione di Lisbona, che oltre alla capitale comprende un’ampia area con parchi naturali e due grandi estuari che la rendono una delle maggiori zone umide d’Europa.

Raccontaci un aneddoto del tuo viaggio

Il secondo giorno stavo esplorando l’area che circonda l’estuario del Sado, che è avvolto dalla penisola di Troia alla cui estremità sorgono palazzi di lusso e un porto per yachts. Nel pomeriggio avrei avuto un appuntamento con un fornitore per un’esperienza in catamarano.

Dopo aver percorso la bellezza di 104 km in macchina, ho scoperto che un comodissimo traghetto in 15 minuti mi avrebbe portata direttamente da Setubal a Marina di Troia, risparmiandomi il viaggio di un’ora e mezza.

Il lato positivo è che il traghetto l’ho preso al ritorno, in perfetto orario per godermi un fantastico tramonto riflesso sulle acque dell’estuario del Sado.

Con questo aneddoto voglio far capire che guidare e spostarsi in un Paese straniero non è sempre facile. Nonostante qualche piccolo errore di percorso è stata una sfida che ho superato brillantemente.

Adventure Travel Academy

Come descriveresti una giornata tipo durante il viaggio?

Prima di partire ho studiato il territorio ed ho creato una tabella di marcia da seguire.

Ogni giorno, dopo un’abbondante colazione con prodotti tipici – anche la gastronomia era un aspetto fondamentale da studiare durante il sopralluogo – partivo con la macchina per raggiungere gli spot inseriti nel mio itinerario, per capire se erano effettivamente luoghi d’interesse e per conoscere i fornitori. Se erano presenti in sede, parlavo direttamente con loro spiegando il progetto e cercando di raccogliere dati.

Ho documentato tutto l’itinerario con foto e video. Per essere attiva sui social mi ero programmata una scaletta di stories e post per Instagram. In questo modo potevo far conoscere in tempo reale la mia esperienza e far rivivere ai miei follower le stesse emozioni che provavo durante le visite in luoghi di assoluta bellezza.

Qual è stato il processo di progettazione del pacchetto?

Il primo passo è stato studiare il territorio attraverso ricerche su internet, individuando le possibili esperienze outdoor da proporre. Ho cercato un filo conduttore che accompagnasse tutto il viaggio.

In seguito ho creato un itinerario studiato giorno per giorno, che ho poi testato durante il sopralluogo per verificare le tempistiche, le distanze e la fattibilità delle attività scelte. Ho raccolto dati, scattato foto e video utili per la preparazione della brochure e dei post sui social.

L’ultima fase è stata la promozione del pacchetto, cercando di intercettare il mio target con una sponsorizzazione che trasmettesse le emozioni che avevo vissuto durante l’itinerario.

Adventure Travel Academy

Qual è il punto forte del tuo itinerario?

Il punto di forza del mio itinerario è sicuramente la variabilità di esperienze outdoor che offre. Ti immergerai nella natura che circonda la capitale, scoprendo il lato wild di Lisbona, inaspettato e per nulla scontato.

È arrivata l’ora di vendere il tuo prodotto: con che claim cercheresti di convincerci?

“Wild Lisbona, Outdoor experience”

Alice ha viaggiato in Portogallo insieme all’Adventure Travel Academy per progettare questo itinerario. Se sei un’amante dell’outdoor, questo viaggio alla scoperta della parte più nascosta di Lisbona è ciò che fa per te. Contatto con la natura, lontano dal turismo di massa.


Scopri un itinerario che nasce dall’esperienza sul campo, creato su misura per i viaggiatori come te!

Scopri di più

Prenota ora o contatta un nostro Travel Expert per maggiori informazioni

WhatsappEmail – Chiama