Abbiamo intervistato Alessia, una delle partecipanti alla prima edizione dell’Adventure Travel Academy. Questo Master internazionale di specializzazione turistica è volto a formare sul campo i professionisti del futuro.

Alessia ci ha raccontato la sua esperienza da studente-viaggiatrice, e ci ha permesso di conoscere dall’interno il progetto dell’Academy.

Ciao Alessia, per iniziare vogliamo chiederti: cosa ti ha portato a scegliere l’Adventure Travel Academy?

Lavoravo per un tour operator e a causa della pandemia non mi è stato rinnovato il contratto. Dato che il settore turistico era bloccato, ho pensato che fosse il momento giusto per investire in formazione, per approfondire alcuni aspetti del settore ed avvicinarmi alla programmazione turistica, in quanto fino ad ora avevo sempre gestito back office e customer care.

Conoscevo già Sharewood, ed ho visto il post in cui sponsorizzava l’open day dell’Academy; la proposta didattica mi ha subito incuriosita per via della possibilità di sperimentare sul campo, a partire proprio dal sopralluogo in loco.

Qual è l’insegnamento che ti porti a casa dopo questa esperienza formativa?

Grazie all’Academy ho acquisito una visione più completa del settore turistico, scoprendo il mondo dei tour operator, ed è stata l’occasione per colmare alcune lacune e soddisfare le mie curiosità, lavorando a stretto contatto con professionisti. Questo Master mi ha lasciato anche un importante insegnamento di vita: non farsi mai cogliere impreparati, prevedendo sempre un piano B e possibilmente anche un piano C.

adventure travel academy

Che area del Portogallo ti è stata assegnata?

Mi è stata assegnata la parte occidentale dell’Algarve, da Albufeira ad ovest verso la Costa Vicentina.

Raccontaci un aneddoto del tuo viaggio

Vi racconto un incontro speciale che mi è rimasto nel cuore. Il terzo giorno di sopralluogo ho visitato Monchique, piccola cittadina nell’entroterra. Dopo aver fatto tappa all’ufficio del turismo, mi sono incamminata verso il Monasteiro de Nossa Senhora do Desterro, un luogo abbandonato che si trova in cima ad una collina.

Fuori dalle mura del monastero, un uomo era intento a riflettere la luce del sole sul prato, usando un grosso specchio. Non mi sono posta troppe domande, l’ho salutato ed ho continuato l’esplorazione.

Dopo qualche minuto si è rivolto a me in Portoghese; io, un po’ confusa, ho cercato di spiegargli che non parlo questa lingua, ma lui non curante ha incominciato a raccontarmi la sua vita in modo entusiasmante, probabilmente perché non era molto abituato ad incontrare persone su quell’eremo isolato.

Mi ha invitata a seguirlo all’interno del monastero, di cui aveva le chiavi. Il mio istinto mi ha fatto capire che potevo fidarmi, e così ho scoperto che allevava delle galline, e mi ha spiegato la storia del luogo. Alla fine ha colto una rosa da un cespuglio, e me l’ha donata.

Quando ci siamo salutati eravamo entrambi visibilmente commossi…il suo nome è Antonio e non lo dimenticherò mai!

Come descriveresti una giornata tipo durante il viaggio?

Sono arrivata in Algarve con un’idea precisa dell’itinerario, cercando di mantenere comunque una certa flessibilità.

La mia giornata iniziava percorrendo diversi km in macchina per raggiungere la destinazione del giorno. Guidare in un Paese straniero inizialmente mi creava un po’ di preoccupazione, ma è stata un’ulteriore sfida che ho superato ed una fantastica opportunità per gridare a me stessa: “I can do it!”.

La prima tappa fissa era l’ufficio del turismo, per raccogliere informazioni sul luogo, materiale sulle attività e sui fornitori, e magari scoprire qualche chicca nascosta.

In seguito percorrevo tutti i punti dell’itinerario, verificando i tempi degli spostamenti, e la fattibilità per un gruppo. A causa del periodo sfavorevole sono riuscita a parlare di persona con pochi fornitori, quindi mi sono avvalsa dei consigli della popolazione locale.

A fine giornata cercavo un punto panoramico sull’oceano per godermi il tramonto e riempirmi gli occhi di bellezza, respirando la libertà ritrovata – dopo mesi trascorsi in lockdown – che profumava di salsedine. Al rientro in hotel riordinavo il materiale e decidevo quali contenuti pubblicare sui social.

adventure travel academy

Qual è stato il processo di progettazione del pacchetto?

Per la progettazione del pacchetto ho iniziato con lo studio teorico del territorio, aiutandomi con le guide di Lonely Planet fornite dall’Academy.

Ciò mi ha permesso di avere una panoramica dei punti di interesse della regione, ed ho potuto scartare i luoghi non adatti ad attività outdoor.

Una volta ristretto il campo, ho iniziato a consultare i siti degli enti del turismo locali per capire quali attività venivano proposte, ed ho cercato il filo conduttore del viaggio: l’oceano.

Successivamente ho abbozzato un itinerario con attività studiate giorno per giorno. Ho sperimentato l’itinerario sul campo, così facendo ho apportato modifiche ed aggiustamenti al viaggio.

In conclusione, ho richiesto la quotazione finale al DMC (Destination Management Company) ed ho iniziato a produrre il materiale per la promozione del pacchetto.

Qual è il punto forte del tuo itinerario?

Il punto forte del mio itinerario sono i paesaggi naturali che regalano una tavolozza cromatica incredibile a chi è appassionato di soft outdoor, cioè ama le attività all’aria aperta, senza praticare sport estremi.

Rimarrete affascinati dalle mille sfumature dell’oceano, che contrastano con l’ocra delle alte scogliere che si tuffano a strapiombo nel blu.

Adventure Travel Academy

È arrivata l’ora di vendere il tuo prodotto: con che claim cercheresti di convincerci?

“Exploring Algarve Occidentale, un viaggio fra terra e oceano alla scoperta della regione più bella del Portogallo.”

Alessia ha viaggiato nell’Algarve insieme all’Adventure Travel Academy, per offrirti un itinerario unico, carico di emozioni e adatto a chiunque ami lasciarsi andare nella natura incontaminata, lontano dal turismo di massa.


Scopri un itinerario che nasce dall’esperienza sul campo, creato su misura per i viaggiatori come te!

Scopri di più

Prenota ora o contatta un nostro Travel Expert per maggiori informazioni

WhatsappEmail – Chiama